Approfondimenti

Altre Sezioni

Accesso utenti

Nome utente:

Password:


Cerca nel Sito

Contatore visite

SmartSection is developed by The SmartFactory (http://www.smartfactory.ca), a division of INBOX Solutions (http://inboxinternational.com)
Rubriche > I GAMBACORTA > La scelta di Giulia
La scelta di Giulia
Articolo di Valentino Di Cerbo pubblicato il 25/11/2009 (1125 Letture)

Nel considerare la presenza dei Gambacorta nel distretto che comprende i Comuni di Dugenta, Frasso, Limatola e Melizzano, viene sovente esaltata la figura di Giulia Gambacorta (1598-1663), grande benefattrice di Frasso, talora fino a dimenticare l’importante ruolo svolto nel nostro territorio dagli altri personaggi del nobile Casato napoletano. Eppure tale posizione, anche se storicamente molto riduttiva, ha un suo senso perché la scelta religiosa e civile della Principessa Giulia rappresenta anche oggi un modello da seguire.

Infatti, Giulia, di nobile stirpe e terziaria francescana, benché nata a Napoli, sceglie di dedicarsi a Frasso, sua patria di adozione, per la quale spende tutte le sue energie e i suoi averi, senza nulla chiedere in cambio, ma solo per amore verso Dio e verso i fratelli più poveri. A lei si contrappone il cognato, il principe Scipione, che, come lei stessa ricorda nel testamento del 1655 e nel codicillo del 1663,  contrasta con ogni mezzo i suoi progetti. A differenza della cognata, per lui la Terra di Frasso è un titolo da esibire nella capitale, tra persone che contano, e un ambito dove affermare la sua grandezza e il suo potere assoluto.

Da alcuni anni si parla di un Progetto delle Terre dei Gambacorta. Sono convinto che per assicurarne la riuscita, quanti vi pongono mano debbano fare la scelta di Giulia. Quella di Scipione, sarebbe una iattura.


Naviga negli articoli
Precedente articolo I Gambacorta di Limatola Virginia Gambacorta prossimo articolo

Come arrivare

Italia - Campania

In primo piano

Ricettività

Prodotti locali e ricettività turistica

Articoli recenti

Immagini

FRASSO TELESINO- Antica veduta della Salita al Mercato-"Foto storiche"

Links